Il bus informativo sul tema ‘la tratta di esseri umani’ è stato inaugurato il 18 ottobre 2017 e percorrerà tutta la Svizzera per un anno intero con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica. Incoraggiamo tutti a salire sul bus per informarsi sulle diverse forme di tratta di esseri umani. Chi lo desidera potrà inoltre ottenere maggiori informazioni sulle varie organizzazioni a cui ci si può rivolgere in caso sia testimone di situazioni sospette.

 

Bus Route

Place
Zürich, 28. - 30. Juni 2018 Hechtplatz, Zürich
Thun, 18. August 2018 Waisenhausplatz, Thun
Neuchâtel, 23 - 25 août 2018 Peristyle, Neuchâtel
La Chaux-de-Fonds, 30 août - 1 septembre 2018 Place de la Gare, la Chaux-de-Fonds
Morat, 13 septembre 2018 Berntor, Morat
Fribourg, 14 - 15 septembre 2018 Place Python, Fribourg
Bulle, 21 - 22 septembre 2018 Place des Alpes, Bulle
Martigny, 28 septembre - 7 octobre 2018 CERM, Martigny
Genève, 13 - 18 octobre 2018 à confirmer
- - -
Bern, 18. bis 21. Oktober 2017 Kornhausplatz, Bern
Lausanne, 2. novembre 2017 Ch. des Abeilles 14, Lausanne
Bienne, 17 novembre 2017 Place centrale, Bienne
Bellinzona, 14 aprile 2018 Piazza del Sole, Bellinzona
Locarno, 17 aprile 2018 Largo Zorzi, Locarno
Lugano, 19 aprile 2018 Piazza Manzoni, Lugano
Chiasso, 20 aprile 2018 Piazza Indipendenza, Chiasso
Solothurn, 8. und 9. Mai 2018 Kreuzackerplatz, Solothurn
Basel, 28. Mai 2018 Barfüsserplatz, Basel
St. Gallen, 31. Mai - 1. Juni 2018 Marktgasse beim Brunnen, St.Gallen
Lausanne, 8 - 9 juin 2018 Place de l'Europe, Lausanne
Yverdon, 15 - 16 juin 2018 Promenade Auguste-Fallet, Yverdon

 

Gli occhiali rosa

Prima di arrivare nel paese di destinazione, le persone vittime di tratta hanno spesso un’immagine falsata oppure ottimista di ciò che le attende. Lasciano infatti le loro case con molta speranza: guadagnare abbastanza soldi per mantenere le loro famiglie, voltare pagina, cogliere un’occasione unica, o semplicemente avere accesso ad una vita migliore. Gli occhiali rosa rappresentano proprio queste aspettative. Purtroppo, però, queste persone sono state tratte in inganno, e provano una grande delusione quando si rendono conto che i loro sogni non diventeranno realtà. La situazione in cui si trovano, infatti, non ha nulla a che fare con le prospettive rosee che erano state loro promesse: sono invece vittime di sfruttamento e abuso. Lo slogan ‘non chiudere gli occhi’ si rivolge invece direttamente alla popolazione Svizzera. Il nostro paese non è risparmiato dal fenomeno della tratta di esseri umani.

Anche in Svizzera ci sono persone che vengono sfruttate e sono vittima di tratta: È UN PROBLEMA CHE RIGUARDA ANCHE LA SVIZZERA - NON CHIUDERE GLI OCCHI.

 

 

Partner

L'OIM Berna coordina il progetto del “Bus d’ informazione contro la Tratta degli Esseri Umani” con il suo partner, la FAS (Fondation Neuchâteloise pour la coordination de l'Action Sociale), ed i membri del comitato direttivo, in cui sono rappresentate varie autorità federali e cantonali come anche alcune ONG.

I partner locali, come le "Tavole rotonde cantonali contro la tratta di esseri umani", sostengono l'organizzazione locale delle fermate dell’ autobus nelle differenti città della Svizzera.

Il progetto è sostenuto finanziariamente dalle seguenti istituzioni: Ufficio federale di polizia (Fedpol), Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), Segreteria di Stato della migrazione (SEM), l’ Oak Foundation, Swisslos (Fondo della lotteria del Cantone di Berna), e le ONG Au Cœur des Grottes ed ECPAT (Protezione dell'infanzia Svizzera).

 

 

Partner